itNicolosi

MEMORIA

Antonino Caudullo, medaglia d’argento al soldato nicolosita

Alla memoria di Antonino Caudullo

Considerato il più grande conflitto armato della storia, la Seconda guerra mondiale, costò all’umanità sei anni di sofferenze, distruzioni e massacri. Una stima totale di morti che oscilla tra i 55 e i 60 milioni di individui. Le popolazioni civili si trovarono coinvolte nelle operazioni in una misura sino ad allora sconosciuta. Si trovarono purtroppo ad essere bersaglio dichiarato di bombardamenti, rappresaglie, persecuzioni, deportazioni e stermini. Protagonisti della grande guerra dal 42 al 45 furono anche i concittadini nicolositi. Oggi 25 Febbraio 2021 ricorre un anniversario importante, quello del ritrovamento della salma di un nicolosita caduto in guerra “Antonino Caudullo“. Siamo qui a ricordare una bellissima pagina di storia mondiale ma anche di storia locale, quella di Nicolosi.

Antonino Caudullo nel ricordo del dott. Tomaselli

Grazie al prezioso contributo del cav. dott. Antonio Tomaselli sono riuscito a ricostruire una bellissima pagina di storia del nostro paese. Il dott. Tomaselli si racconta e ci racconta la storia che lo rese protagonista nel lontano 1992. All’epoca ricopriva il ruolo di vicesindaco e assessore e su indicazioni e volontà della signora Giuseppina Folli, impiegata del comune di Nicolosi, diede il via ad una difficile ricerca, il ritrovamento della salma dello zio disperso in guerra “Antonino Caudullo”.

Soldato caduto in guerra
In ricordo del soldato Antonino Caudullo

Le ricerche conducono al fronte Don, fiume della Russia, dove il 31 Luglio del 1942 il patriota nicolosita cadeva in guerra.  Luogo dove l’Italia affrontò l’Unione Sovietica e dove tanti italiani persero la vita, tra questi il nostro nicolosita Antonino Caudullo. È il 20 novembre del 1992 e l’assessore Tomaselli parte per Roma, previo appuntamento con l’ufficio del ministero della difesa, per incontrare l’allora ministro Salvo Andò. Occasione dove il cavaliere Tomaselli consegna al ministro i documenti relativi alla ricerca e grazie alla grande sinergia con l’on Andò l’assessore nicolosita porta a compimento la sua difficile ricerca.

Soldati e Ministro della difesa
L’ex Ministro della difesa Salvo Andò con il presidente della repubblica Luigi Scalfaro durante una parata

La sensibilità del ministero e del ministro in primis, nei confronti di coloro che diedero la vita per il paese, è lo strumento che da il via alla macchina burocratica ministeriale tra Italia e Russia per la ricerca della salma del caduto Nicolisita.  Dopo una lunga e complessa ricerca, il 25 Febbraio 1993 arriva una bellissima notizia da parte del ministero della difesa. Dopo ben 50 anni dalla sua morte viene finalmente ritrovata la salma del soldato nicolosita Antonino Caudullo

Il corteo militare e i 21 colpi di Cannone

Il 30 Marzo del 1993 è la data in cui le autorità russe consegnano il nullaosta per trasferire i resti del soldato Caudullo in Italia. Il 4 Aprile 1993 nella cittadina di Nicolosi c’è grande fermento per l’arrivo del soldato, ricordato ancora oggi con tanta emozione dal dottore Tomaselli. Quel pomeriggio di aprile non fu un pomeriggio come tanti, l’emozione di far rientrare in casa un patriota è grande sia per i familiari che per tutto il paese di Nicolosi. 

Fanfara in festa durante il corteo
Fanfara Brigata Aosta – corteo aprile 1993 – archivio privato dott. Tomaselli

Nel pomeriggio con tutti gli onori che merita arriva il corteo militare di fronte alla chiesa Santa Maria delle Grazie. Il corteo aperto dalla bellissima Fanfara della Brigata Aosta, guidata dal maestro Maresciallo Bonamassa, si protrae sino a piazza vittorio Emanuele. Percorso che termine proprio all’ingresso della Chiesa Madre, dove verrà celebrata la solenne messa in onore al defunto.

Esercito
Plotone della compagnia della caserma Sommaruga 1993 – archivio privato del dott. Tomaselli

Componevano il corteo i corpi armati della Marina Militare, che portavano con se la bandiera italiana e i Militari dell’Aviazione che portavano la bandiera europea. Concludevano infine, i membri del Plotone di Sammaruga, dove uno dei militari porta con se i resti della salma avvolti in una bellissima bandiera tricolore che consegnerà a fine corteo alla sorella del caduto Rosa Caudullo. Durante il corteo, con grande partecipazione di tutto il paese, vengono sparati 21 colpi di cannone.

Medaglia d’argento per Antonino Caudullo

Dopo la messa il momento degli onori militari di fronte al monumento ai caduti di tutti le guerre, in pizza degli alpini. Sarà il generale F. Fuduli, comandate del 16° comando di zona, a insignire il soldato Caudullo della Medaglia d’argento al valore militare. L’allora sindaco Nuccio Spampinato approfittò del delicato momento per deporre una corona di alloro in ricordo di tutti i caduti nicolositi.

Monumento ai Caduti
Monumento ai caduti – piazza degli alpini 1993 – archivio privato dott. Tomaselli

Dopo la cerimonia, il soldato Caudullo viene sepolto nel cimitero di Nicolosi. Attualmente riposa assieme al fratello Santo Caudullo, anche lui vittima della guerra, anche se in circostanze diverse. Quest’ultimo riuscì a tornare vivo dal conflitto mondiale con evidenti problemi di salute che da li a qualche anno lo condussero alla morte il 18 giugno 1946.

Il valore del ricordo e della riconoscenza

Il dottore Tomaselli custodisce nel suo cuore questo grande e importante ricordo. Oltre al ricordo il dott. Tomaselli conserva un grande simbolo di questo avvenimento, una targa donatagli dalla famiglia del soldato Caudullo e consegnata dalla sorella Rosa Caudullo, come gesto d’affetto e di riconoscenza reso alla sua famiglia

Soldato in bianco e nero
Milano 16 Marzo 1942 – Antonino Caudullo – archivio privato sig.ra Maria Motta

La personale chiacchierata fatta con la nipote Maria Motta, nel ricordo dello zio, ha contribuito a rendere questo articolo speciale. Un archivio di foto a cui si sente legata, qualche lacrima e tanta emozione gli elementi che hanno accompagnato la nostra conversazione. Dico grazie alla collaborazione mostrata dalla nipote di Maria, Rosa Motta, felice di ricordare un membro così importante della propria famiglia.

Antonino Caudullo, medaglia d’argento al soldato nicolosita ultima modifica: 2021-02-25T10:39:29+01:00 da Vincenzo Zocco

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x