Barbara Costantino: la lavorazione certosina col telaio - itNicolosi

itNicolosi

ARTIGIANATO ASSOCIAZIONI TRADIZIONI

Barbara Costantino: la lavorazione certosina col telaio

Barbara Costantino che lavora col telaio all'esposizione Natale ai Minoriti ph Angela Strano

Barbara Costantino che lavora col telaio all’esposizione Natale ai Minoriti ph Angela Strano

Le generazioni più grandi portano avanti con fierezza i saperi delle figure care rispetto alla manualità. Conoscenze che vanno divulgate e condivise, visti i tempi odierni di omogeneizzazione e standardizzazione delle merci. Barbara Costantino è una donna che da una vita lavora col telaio. Un’attività che l’ha sempre gratificata e portata a nutrire la sua dimensione creativa.

Un’arte di famiglia tramandata

Barbara Costantino, da bambina, osserva con curiosità il lavoro su telaio svolto dalle zie. Un contesto che ha incarnato questa sfaccettatura della manualità, che Barbara ha assimilato e porta avanti da 50 anni. Ella è l’unica figura artigianale del catanese a realizzare ancora tappeti col telaio. Classe 1945, svolge la sua attività nella sua dimora a Mascalucia. Il telaio adoperato costituisce l’eredità delle zie e ancor prima delle nonne. Esso presenta due pedali, una tipologia idonea per realizzare i tappeti siciliani.

Barbara per diversi anni ha tenuto nei pomeriggi (14:30-16:30), presso le scuole medie di Catania, un laboratorio. Si è trattato di un progetto, definito scuola bottega, sovvenzionato dal Comune. L’artigiana ha portato, negli istituti scolastici, telai piccoli per svolgere il laboratorio; un’attività che si è persa a causa delle restrizioni sanitarie. Socia onoraria dell’associazione Delfare di Catania, è tra le figure creative che hanno destato più curiosità nell’esposizione artigianale Natale ai Minoriti, visitabile fino all’8 gennaio 2023. E’ presente lei col telaio che fa da dimostrazione.

Barbara Costantino e la sua lavorazione certosina nel realizzare i tappeti
Barbara Costantino segue una lavorazione meticolosa nel realizzare i tappeti ph Angela Strano

Barbara Costantino e la sua attività

Ogni tipo di tessuto consta dell’ordito e della trama; prima si prepara l’uno, poi l’altra. L’intera lavorazione consiste nell’intrecciare queste due serie di fili e così dar luogo alla creazione. Per preparare l’ordito occorrono tre persone, una che gira il subbio, cioè una parte del telaio, un’altra persona che lo tiene e la tessitrice che guida. I fili di ordito passano attraverso i licci, tenuti dalle navette, ovvero i legni che compongono il telaio. Dopodiché si passano i licci nel pettine e poi i fissano al subbio del tessuto.

Il telaio è pronto e così avviene la lavorazione per realizzare i tappeti. Il telaio a due pedali, adoperato da Barbara Costantino, presenta due subbi, uno per lavorare l’ordito, l’altro per l’intero tessuto. I due pedali, inoltre, sono fondamentali per far muovere i licci, i quali lavorano 100 fili con un pedale e 100 con l’altro, dando luogo così all’intreccio. L’artigiana tessile ricorre a qualsiasi tipo di tessuto, come lana, cotone, seta, lino, raffia e, in genere, qualunque tipo di filato.

I tappeti di Barbara Costantino presentano vari tipi di decorazioni
Tappeti che presentano decorazioni dalle forme, disegni e colori più svariati ph Angela Strano

Tappeti come opere d’arte

Barbara Costantino realizza in rapporto alle idee che attraversano i suoi pensieri; il catalogo è la mente. Tutti i tipi di decorazione affiorano dalla sua essenza e quindi trovano rappresentazione con le creazioni tessili. I motivi sono vari, geometrici, floreali, multicolori e dalle tonalità cromatiche accese, un omaggio pertanto alla Sicilia. I tappeti possono pure proporsi come arazzi e testate del letto; se ne riscontra pure la versatilità. In rapporto alla lavorazione, cioè alla grandezza del prodotto finale da realizzare, si uniscono i telai. Ad esempio, una volta le lenzuola erano unite perché l’ampiezza dei telai non bastava a lavorarle.

Una tipologia di artigianato davvero peculiare, la quale richiede un lavoro paziente e meticoloso. E’ indispensabile mantenere la memoria, soprattutto perché quasi nessuno si occupa di realizzare col telaio. Barbara Costantino ha da sempre svolto tutto questo con amore e dedizione, vi fa emergere tutta la sua anima, nonché le origini del suo contesto familiare.

Barbara Costantino: la lavorazione certosina col telaio ultima modifica: 2023-01-09T09:16:00+01:00 da Angela Strano

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x